Perchè Nausicaa…


Così racconta Omero:

guidata da un sogno indotto dalla dea della sapienza Atena, Nausicaa, figlia del re Alcinoo, si recò una mattina sulla spiaggia.

Lì scorse, nascosto dietro un cespuglio, Odisseo, nudo e coperto di conchiglie ed alghe.

Le ancelle fuggirono. Nausicaa affrontò il naufrago, lo fece lavare, vestire, quindi lo presentò al padre.

In un tempo successivo, la corte, raccolta attorno ad un grande fuoco, ascoltò i racconti avventurosi, orridi, meravigliosi del naufrago Odisseo.

Egli, dopo essere stato assistito e accolto, trovò così uno spazio ove riflettere e dar senso alle sue vicende umane, per procedere poi nel suo cammino.

L’accoglienza e l’ascolto sono solo l’inizio di quel lungo processo che porta la persona che, come il mitico eroe Ulisse, è naufragata nelle tempeste della vita, a ri-orientarsi, riprendere le forze e decidere come procedere nel suo cammino.

Caratteristica del popolo dei Feaci era lo spirito di gruppo, l’ospitalità, la capacità di ascoltare e quindi di aiutare la persona a parlare ed ad elaborare il suo passato traumatico. La profezia che l’aiuto dato ad uno straniero, odiato da Poseidone, avrebbe creato loro un grande danno, non frena il coinvolgimento di questo popolo nè la sua rappresentante più nota, la figlia del re, Nausicaa “dalle bianche braccia”  che rinuncerà all’amore per quello sconosciuto eroe, la cui progettualità vitale non si conciliava con la sua.

Il gruppo che ha fondato e dato il nome all’  “associazione interculturale Nausicaa onlus” ha preso come valido modello, nell’accogliere tutti coloro che, come il mitico eroe Ulisse, naufragati, approdano all’associazione per ritrovare se stessi ed i loro giusti punti di riferimento, l’amore oblativo di Nausicaa, così diverso da quello, sempre per usare un linguaggio mitico, reificante di Circe o mirante al possesso e al controllo di Calipso. 


 

Attacchi di panico , dipendenza da internet e videogiochi , depressione post-partum , separazione coniugale , fobie , adozione , abuso e violenza verso i minori , psicologia del neonato , disturbi del linguaggio , disturbi dell’apprendimento , psicologia dei migranti , consigli del pediatra , depressione , corsi di formazione , psicoterapia , psicologia della gravidanza e del puerperio ONLUS ROMA COLLI PORTUENSI